Movimento 5 stelle: Cos’è e come funziona la piattaforma Rousseau

Il portale Rousseau è uno dei sistemi operativi divenuti ormai famosi perché utilizzato dal Movimento 5 Stelle, istituito con il fine della gestione delle varie componenti elettive facenti capo al movimento e grazie al quale può essere svolta attività politica con la diretta partecipazione degli iscritti.

Si possono gestire sia le consultazioni, sia le candidature e sia le iscrizioni; Rousseau inoltre rappresenta anche la cassaforte del partito, visto che attraverso essa passa il grande flusso di donazioni ricevute dai militanti e l’offerta che i nuovi parlamentari appartenenti al M5S dovranno presto versare mensilmente. Vediamo dunque cosa è esattamente la piattaforma Rousseau e come funziona.

Cos’è la piattaforma Rousseau

Ideata nel 2013 dallo scomparso GianRoberto Casaleggio, la piattaforma Rousseau è uno strumento voluto fortemente dal noto imprenditore e politico milanese che con questo progetto ha voluto concretizzare il suo sogno di democrazia diretta e partecipata tramite la rete. Il nome Rousseau il padre della democrazia diretta.

Gestita dall’omonima Associazione Rousseau, si tratta, sempre secondo le parole di Casaleggio, della forma più rapida da creare in grado di operare senza scopo di lucro e quindi di ricevere donazioni dai sostenitori del progetto. Nello specifico, Rousseau è un sistema operativo ideato per incanalare in un’unica piattaforma tutte le decisioni riguardanti il Movimento 5 Stelle, dal dibattito politico alla scelta dei candidati.

Lo scopo di Rousseau è quello di gestire Movimento 5 Stelle, come riportato anche sul sito ufficiale, con questo sistema si possono gestire sia le componenti elettive facenti parte di consigli comunali e/o regionali sia parlamentari italiane e/o europee, è possibile inoltre che gli elettori dicano la loro esprimendo un parere su una proposta di legge o sulle candidature o addirittura per la gestione di fatti interni al partito.

La piattaforma Rousseau può essere quindi considerata una sorta di coordinatore di tutto ciò che riguarda le attività di M5S e ha delle sezioni già attive e altre in fase di apertura.

Come funziona Rousseau

Alla piattaforma possono accedere tutti ma possono partecipare attivamente solo coloro che si sono iscritti al Monvimento 5 Stelle. In pratica, solo questi ultimi, cosiddetti verificati e iscritti al sito prima di gennaio 2015, possono interagire.

Chi vuole iscriversi viene rimandato al blog di Beppe Grillo ma rimane fuori dalla piattaforma anche dopo aver inserito i dati personali. Al momento le sezioni attive sono quelle sul voto per le liste elettorali o per dire la propria opinione su uno specifico argomento, e cono attive anche le sezioni per partecipare alla scrittura delle leggi riguardanti, la Regione, il Parlamento, l’Europa.

E’ ancora in progetto il Fund Rasing per elezioni o eventi del M5S che consentono al Movimento di rendersi indipendenti da lobby, e sono ancora in lavorazione altre funzioni come activism, elearning, lex iscritti, e meetup. Nella sezione activism verrà pubblicato il materiale multimediale di supporto riguardanti i progetti del M5S, mentre la sezione elearning comprenderà lezioni su come funzionano le elezioni. Nella sezione lex iscritti ci saranno le proposte avanzate a livello locale e la sezione Meetup sarà dedicata ai gruppi di lavoro, una funzione che riprende il concetto di auto-organizzazione territoriale avvenuta online e voluta da Beppe Grillo ancor prima della nascita del M5S.