Regalo originale per anniversario: i tartufi d’Abruzzo

Il tuo anniversario di matrimonio si avvicina ma non hai ancora deciso che cosa regalare al tuo o alla tua partner? È vero, quando si ha a che fare con ricorrenze di questo tipo non è sempre facile trovare delle idee per un regalo di coppia che siano davvero soddisfacenti e che permettano di sorprendere la propria dolce metà.

Se ti sei stancato dei classici pacchetti benessere, se ritieni che i gioielli siano ormai noiosi e se credi che un fine settimana alle terme sia quanto di meno originale il tuo cervello possa immaginare, vai su questo sito: troverai un vasto assortimento di prodotti a base di tartufi abruzzesi a prezzi unici.

Perché regalare i tartufi

No, non ti stiamo prendendo in giro: i tartufi abruzzesi sono un regalo prezioso e di pregio, grazie a cui avrai l’opportunità di lasciare il tuo partner a bocca aperta… e piena! Le varietà tra cui scegliere sono molteplici, ma qualunque sarà la tua decisione finale non correrai il rischio di sbagliare, grazie ai profumi autunnali di un prodotto che, per altro, è disponibile in tutte le stagioni dell’anno. Quindi, che il tuo anniversario cada in estate, in autunno, in inverno o in primavera, non puoi accampare scuse: i tartufi abruzzesi saranno sempre un regalo perfetto.

Un ingrediente, tante proposte culinarie

Parliamo dei tartufi ma, ovviamente, lo stesso discorso vale per i prodotti al tartufo, come la crema o l’olio: sta a te scegliere ciò che più ti ispira. Per fortuna, le opzioni di scelta non mancano: ecco il Tuber magnatum Pico, che è il tartufo bianco per antonomasia, ma anche il tartufo nero scorzone estivo, il tartufo bianchetto, il tartufo nero uncinato e il tartufo nero pregiato.

Il variegato territorio abruzzese offre tutte queste varietà di un prodotto che è al 100% Made in Italy, e che proprio per questo motivo è una garanzia di sicurezza, di genuinità e di bontà. Da non perdere anche il miele al tartufo, magari aromatizzato con la curcuma, con la paprika o con lo zenzero: delizie da assaggiare con il gelato, con la crema o con i formaggi.

Il tartufo, un regalo unico

Avresti mai pensato che il regalo ideale per il tuo anniversario di matrimonio potesse arrivare da sotto terra? Eppure è proprio così, anche perché il tartufo si presta a un sacco di preparazioni di assoluto valore anche dal punto di vista culinario.

Va di moda, per esempio, il sale nero al tartufo, a cui si può ricorrere per decorare, e ovviamente per insaporire, i piatti di pesce e quelli di carne. Le salse al tartufo, poi, si prestano a un primo piatto classico come i taglioni al tartufo. Le uova, il pesce e la carne sono altri alimenti che vengono esaltati dalla bontà di questo ingrediente.

Perché proprio il tartufo

A questo punto potresti domandarti per quale motivo proprio i tartufi abruzzesi siano consigliati per un regalo in vista di un anniversario di matrimonio. Ebbene, se ti fermi per un attimo a riflettere, puoi capire che il paragone tra il tartufo e una storia d’amore è meno azzardato di quanto si possa pensare: entrambi hanno bisogno di essere trattati con rispetto e con la massima cura. Entrambi contribuiscono a migliorare la vita a chi ha la fortuna di poterli provare. Entrambi, ancora, sono dei veri e propri tesori di straordinario valore, a cui non si dovrebbe rinunciare.

Come si conserva e come si usa il tartufo in cucina

Ma non tutti sono abituati a impiegare il tartufo abruzzese in cucina. Se anche per te è la prima volta, puoi comunque prendere in considerazione questo prodotto per un regalo, tenendo presenti alcune accortezze che ti aiuteranno a gustare nel migliore dei modi un ingrediente dal valore così elevato. Ricorda, per esempio, che il tartufo deve essere conservato all’interno della carta traspirante in frigorifero, ma non dura molto: un paio di settimane se si tratta di tartufo nero, non più di cinque giorni se si tratta di tartufo bianco. Per altro, si tratta di un prodotto che tende a patire in misura consistente l’umidità. Quindi, quando lo pulirai insieme al tuo partner, non commettere mai lo sbaglio di mettere il tartufo a mollo nell’acqua.