Scegliere la corretta mola per la tua applicazione

Scegliere la corretta mola per il progetto che vuoi realizzare rappresenta in molte occasioni una sfida difficile da portare a termine, in quanto la gamma di prodotti presenti sul mercato sono diversi e per chi non mastica il mestiere la comprensione delle varie tipologie e differenze sono incomprensibili.

Ecco spiegato l’obbiettivo di questo articolo: fornire una panoramica generale di tutte le informazioni necessarie per arrivare a scegliere la mola diamantata più consona alle esigenze del tuo progetto e tutto questo grazie al supporto dell’azienda Muzzi srl rivenditore ufficiale di mole diamantate.

Scopriamo cos’è una mola per rettifica

Una mola è fa parte della categoria degli utensili elettrodeposti che su tutta la loro superficie contiene dei piccoli taglienti che rendono le operazioni precise.

È composta da grani abrasivi che sono tenuti insieme da una matrice di legante rigido e da pori.

Questi ultimi sono spazi di vuoto tra i grani abrasivi adiacenti il loro scopo è quello di fornire dello spazio per la penetrazione refrigerante e rimuovendo in modo semplice i trucioli che si formano durante i processi di rettifica.

Quando si sta operando la mola, i grani abrasivi fanno in modo di riuscire a tagliare in modo preciso il materiale che si sta lavorando, riuscendo ad asportare anche i trucioli.

Durante le normali applicazioni, il legante vetrificato e le mole devono essere ravvivati per riuscire a mantenere una costante affilatura.

Riuscendo a variare le proprietà dell’abrasivo, la forma della mola e la tipologia di legante è possibile personalizzare una vasta gamma di prodotti per moltissime applicazioni differenti:

La gamma di mole che Muzzi Srl dispone sono essenzialmente quattro:

  • Ossido di alluminio in ceramica

Spesso questo abrasivo viene chiamato sono con il termine “ceramico”, le forme di ceramica che sono brevettate sono più dure e affilate rispetto ai classici grani abrasivi. La grana di ceramica ha una struttura contenente dei micro-cristalli che rende il grano abrasivo affilato. Questa caratteristica riduce la possibilità di ravvivare in modo continuo la mola, fornendo un’azione tagliente più fredda durante il suo utilizzo.

  • Carburo di silicio

È considerato più duro dell’ossido di alluminio ed è caratterizzato da un grano abrasivo affilato. Il carburo di silicio è un materiale molto versatile che è consigliato per l’applicazione di rettifica dei metalli ma utilizzato anche per materiali estremamente duri.

  • Ossido di zirconio

L’ossido di zirconio è utilizzato per l’impiego delle applicazioni di sgrossatura dove è necessario asportare una gran quantità di materiale. Questo abrasivo è associato a leganti resinoidi di alta tecnologia.

  • Ossido di alluminio

Questo abrasivo è consigliato per una rettifica dei materiali che predispongono di un’alta resistenza, come l’acciaio, alluminio o bronzo.

Quale dimensione di grana è necessario scegliere

Granulometria grossolana: dove la finitura superficiale non è di grande importanza per il completamento del progetto è possibile utilizzare una grana spessa e grossa.

Più la grana è grossa e spessa e più l’asportazione del materiale sarà svolta in modo rapido, questa caratteristica la rende adatta alla lavorazione di grandi are e risultano essere la scelta più giusta nella lavorazione di materiali morbidi e duttili.

Granulometria fine: queste grane vengono utilizzate quando la finitura diventa importante per il successo del progetto finale. La grana fine si sceglie quando si richiede una lavorazione precisa un’area limitata e piccola. Adatta per i materiali duri e fragili.

Quale grado di mola devi scegliere? Vediamo le caratteristiche!

Il grado di misura della forza che viene esercitata dal legante serve per tenere uniti i grani abrasivi della mola e possiamo trovarli in due versioni: grado tenero e duro.

Il grado duro è utilizzato per:

  1. materiali dolci
  2. piccole aree
  3. per far durare maggiormente la mola

Il grado tenero è utilizzato per:

  1. materiali duri
  2. aree ampie
  3. per asportare i trucioli in modo rapido

Come selezionare il giusto prodotto

I fattori principali da considerare sono molteplici e quando si sceglie una mola bisogna a rispondere alle sottostanti domande:

  1. qual è il materiale da rettificare, la durezza e la tipologia
  2. quanto è necessario asportare dal materiale
  3. la finitura della superficie
  4. la tipologia di macchina da rettificare
  5. la velocità della mola
  6. La pericolosità dell’operazione di rettifica?
  7. Il metodo ravvivatura?