Come prendere il cqc da privatista

Il CQC è la carta di qualificazione conseguita superando un esame specifico di idoneità, purtroppo non è possibile prendere il cqc da privatista perché c’è una legge che ne impedisce il conseguimento senza aver prima effettuato dei corsi presso autoscuole, consorzi o enti autorizzati. 

Il CQC è una licenza che permette agli autisti di poter lavorare professionalmente essere in regola. A seconda del tipo di lavoro, esistono due diverse tipologie di licenza, quella per il trasporto di persone e quella per il trasporto di cose. Ovviamente tale abilitazione non è necessaria per le persone che hanno la patente A o B. Nemmeno per la guida dei taxi, o per i conducenti di veicoli commerciali che operano per conto proprio e che eseguono un trasporto privato, a meno che non lo facciano per professione.

Inoltre, se chi ha un’azienda ed ha una patente per camion usa i suoi veicoli per trasportare merci ma non è l’attività prevalente della sua impresa, non è tenuto ad avere l’abilitazione.

La direttiva 2003/59/CE che impone la necessità di conseguire un corso di formazione iniziale per superare l’esame finale impone anche di seguire il rinnovo ogni 5 anni, il rinnovo dovrà essere eseguito 18 mesi prima della scadenza che è quella del precedente rilascio.

Purtroppo che vorrebbe alleggerire il costo del conseguimento di questa abilitazione dovrà rassegnarsi, e capire che formarsi che per professione forma le persone è una garanzia in più di professionalità e sicurezza per tutti i cittadini che ogni giorno si riversano sulle strade. Se questo investimento può risultare troppo elevato si può prendere in considerazione l’idea di chiedere un piccolo prestito a parenti o amici, o magari ad un istituto di credito, con la possibilità di riscattarlo una volta che si è abilitati e si inizia a lavorare.

Il corso da conseguire è formato da un programma comune per i titolari di tutte le patenti e due parti speciali, una per le persone che vogliono avere in CQC per il trasporto di cose, e un’altra per il trasporto di persone.

L’esame è formato da due prove di centoventi minuti ciascuna. La domanda d’esame deve essere presentata al Sevizio di Motorizzazione Civile con l’apposito modello TT 2112 a cui allegare l’attestato di frequenza del corso di formazione iniziale nel quale risulti che il corso è terminato non oltre i 12 mesi prima della domanda, il pagamento di imposte specifiche, la fotocopia della patente di guida, due fotografie recenti a capo scoperto, con fondo bianco in formato tessera.