Come scegliere la piscina interrata migliore

Avere una piscina è il sogno di molte persone perché consente di avere una zona di totale relax e privacy nella propria casa. Se si desidera stare con la propria famiglia in un contesto di rilassamento totale, una piscina in giardino è quello che ci vuole, inoltre avere una piscina interrata in giardino permette di aumentare il valore della propria casa e di migliorarne l’aspetto estetico.

Volete anche voi una piscina interrata che vi regali dei momenti davvero indimenticabili e meravigliosi? Per farlo dovete scegliere il modello migliore per le vostre esigenze. Infatti non c’è solo un modello di piscina interrata, ma ve ne sono di diversi che possono rispondere alle più diverse esigenze personali, si va dalle piscine di vetroresina a quelle classiche di cemento armato passando per altre soluzioni moderne e innovative, come quelle con casseri di polistirolo.

Vediamo come è possibile scegliere il tipo migliore di piscina tenendo conto di budget e di esigenze.

Come scegliere il modello di piscina interrata

Innanzitutto per farsi un’idea sui modelli di piscina interrata potete fare un giro sui diversi siti che offrono questi servizi, oppure rivolgervi a degli esperti per ottenere un consiglio che tenga conto del budget che avete a disposizione, delle vostre esigenze pratiche ed estetiche e via dicendo.

Vediamo ora quali sono i vari tipi di piscina interrata che si possono scegliere e quali sono i loro pro ed i loro contro.

  • Piscine in pannelli d’acciaio. Le piscine in pannelli d’acciaio sono strutture che nascono circa una cinquantina di anni fa ma che diventano modelli standard solamente negli ultimi anni. Sicuramente si tratta di una soluzione perfetta per chi cerca una piscina interrata solida, resistente, ma anche abbastanza economica. La struttura della piscina è in pannelli d’acciaio che sono spessi circa 15 cm e che possono anche essere inclinati per dar vita ad una piscina di forma differente. La sua installazione è abbastanza veloce perché non richiede eccessivi interventi edili. La piscina interrata in pannelli d’acciaio è resistente nel tempo, adeguata anche nelle zone sismiche, ma non va mai svuotata dell’acqua per impedire che le pareti si possano imbarcare. Il rapporto qualità prezzo risulta adeguato.
  • Piscina di vetroresina. La piscina di vetroresina è generalmente monoblocco e lascia tantissime possibilità di personalizzazione, è possibile optare per delle forme differenti, colori particolari e via dicendo. Si predispone uno scavo della misura e forma della piscina interrata la quale viene poi calata, già pre-formata, nello scavo. Il costo più significativo di questa piscina interrata è senza dubbio il trasporto che va fatto con mezzi eccezionali e non è economico.
  • Piscina in polistirolo espanso. Si tratta di una soluzione abbastanza rapida, leggera e con ottimo isolamento termico: il costo, inoltre, è più basso rispetto alla piscina interrata tradizionale come quella in cemento. La struttura della piscina è composta da casseri, ovvero blocchi vuoti di polistirolo che vanno rivestiti di cemento. In genere si opta per rivestimenti abbastanza originali ma il PVC resta il migliore.
  • Piscina di cemento armato. Forse si tratta della soluzione più diffusa in assoluto nell’ambito delle piscine interrate. La piscina in cemento armato è sicuramente eccellente per la sua durata nel tempo e perché consente possibilità di personalizzazione, sia di forma che di rivestimento e colori, praticamente illimitate. Il costo non è contenuto e gli effetti che si possono realizzare dipendono soprattutto dal budget a disposizione. Per una piscina interrata di questo tipo è buona norma rivolgersi ad un servizio di muratori esperti nel settore perché la corretta predisposizione della piscina interrata in muratura richiede moltissima attenzione al dettaglio e precisione massima.